L'8 Marzo è sempre una giornata speciale. E lo è soprattutto in questa epoca, ora che tante donne in tutto il mondo sono unite all'interno di un grande movimento di pensiero e cultura in lotta contro il maschilismo e l'abuso di potere in tutte le sue forme. Abbiamo voluto chiedere a otto grandi scrittrici come celebreranno questa festa. Trovate le loro risposte complete qui.

Buon 8 Marzo a tutti e a tutte!

Screen Shot 2018-03-07 at 16.45.23

 

 

La rivoluzione femminile non ha esaurito la sua forza propulsiva. Va avanti, coinvolge sempre più donne, non conosce i limiti sociali, economici, etnici religiosi. (Ritanna Armeni)

La “voce” delle donne deve essere un passaggio di testimone, un’esperienza che si può e si deve tramandare, come un bene comune, da “madre” a “figlia”, anche quando il legame di sangue non c’è. (Ilaria Tuti)

Se in principio la Festa della Donna fu come un grido che spezzò il silenzio e attirò l'attenzione mondiale sul tema del ruolo delle donne nella società, oggi è diventata un'occasione di unione in virtù dei nostri diritti di dignità e uguaglianza. (Clara Sanchez)

Le mie mentori sono state donne che non sapevano di esserlo, le autrici dei libri che amavo: Virginia Woolf, Jane Austen, Toni Morrison, Meg Wolitzer, Elena Ferrante, Donna Tartt, Marguerite Duras. (Gabrielle Zevin)

Le donne che trovano il coraggio hanno vinto. Sono con loro, sono con chiunque ha voglia di denunciare, sono con chi smette di stare zitta, sono con chi scompostamente grida, sono con chi vuole dire la sua o ha esperienze represse che deve tirare fuori. (Gabriella Greison)

La mia Festa della Donna è una giornata speciale, fatta di cose straordinariamente belle e "normali", come il lavoro, l'amicizia, le persone, la cultura. (Carla Vistarini)

Sono molto curiosa di vedere se riusciremo a cambiare davvero le cose e mi sento pienamente parte del movimento italiano che ha preso le mosse con #quellavoltache (Giusi Marchetta)

La maternità è il mio tema ricorrente e la mia urgenza narrativa. (Donatella Di Pietrantonio)

 

8 Marzo